LAVORO FORMAZIONE EVENTI PUBBLICAZIONI SALA STAMPA MAGAZINE CONTATTI

blocchi_inside

"È in fase di definizione, per la prossima sottoscrizione, il nuovo Accordo per la valorizzazione del sistema scientifico dei Centri di ricerca nazionali ed internazionali, delle Università e dei Parchi scientifici e tecnologici presenti in Friuli Venezia Giulia.." [...]

 

Intervista a Francisco Baralle che si appresta a passare la carica a Mauro Giacca.

 

Realizzato un progetto a lungo inseguito da EvK2CNR: è stata installata ed è operativa l’Everest  Seismic Station - Pyramid.

 

Enrico Alleva, dell’Istituto Superiore di Sanità, presenterà i risultati delle sue ultime ricerche in una conferenza pubblica alla SISSA.


 

La SISSA partecipa a un studio internazionale sull’espressione del genoma tracciando una mappa di come i geni variano nei tessuti biologici.

 

Le stelle, per certi versi, possono essere descritte in maniera molto semplice....

 

Toccabili con mano i risultati concreti di tre progetti di ricerca industriale pluriennali per l’inclusione sociale delle persone anziane e disabili.
Due appartamenti-test dimostrano che l’ingresso in casa di riposo può essere ritardato quando non evitato.

 

Lo dicono la scienza e l’esperienza “sul campo”: sono la cultura e la conoscenza le vere risposte da dare al razzismo. Il ministro Kyenge alla SISSA per la conferenza “Neuroscience of Racism” con Elisabeth Phelps, neuroscienziata della New York University.


Maggiore efficienza nella riduzione delle emissioni inquinanti, nella produzione di materiali e di energia: Università di Trieste con collaborazioni in USA che ha messo a punto un metodo semplice ed efficace per comprendere come funzionano i catalizzatori eterogenei.

 

Le Valutazioni sulla Qualità della Ricerca pubblicate dall’ANVUR confermano la SISSA al primo posto per tutti tre i suoi settori di ricerca. Un risultato senza pari in Italia, che dimostra l’altissima qualità nelle pubblicazioni scientifiche della Scuola.

 

Business, networking e convivialità saranno al centro di una serie di eventi che avrà luogo il 23 luglio 2013 in AREA Science Park. L’occasione è l’arrivo a Trieste di Barcamper, il programma per le startup finalizzato all’accelerazione e alla creazione d’impresa, attraverso la ricerca sul territorio di idee ad elevato impatto.

 

“Si tratta di un evento importante, uno dei punti forti del programma di Trieste Estate una sorta di sperimentazione di quello che potrà essere il futuro centro per la scienza nell'ex Pescheria. È come una finestra su quello che Trieste ancora non è ma un giorno sarà.."


  [X]
 

"MALLARD BLUE": SINTETIZZATO NUOVO SENSORE PERLA LETTURA DELL'EPARINA NEL SANGUE

Sintetizzato un sensore molecolare che fornisce, in maniera rapida, sicura e affidabile, il livello di eparina nel sangue, l’agente anticoagulante che gioca un ruolo significativo durante i grandi interventi chirurgici. Condotte nei laboratori MOSE del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste le simulazioni di dinamica molecolare fondamentali per la ricerca da poco pubblicata nel Journal of the American Chemical Society.

In una ricerca congiunta tra l’Università di York (UK) e l’Università di Trieste, è stato sintetizzato un sensore molecolare che fornisce il livello di eparina nel sangue in maniera rapida ma sicura e affidabile. L’eparina è un agente anticoagulante fondamentale che gioca un ruolo significativo durante i grandi interventi chirurgici; le molecole ora a disposizione per stimarne i livelli nel sangue con accuratezza e rapidità non sono affidabili.

Per creare questa nuova molecola, in grado di legarsi all’eparina anche in condizioni estremamente competitive, il team internazionale ha preso ispirazione dai sistemi biologici. Sintetizzato nei laboratori del Dipartimento di Chimica dell’Università di York, guidato dal Prof. Dave K. Smith, questo nuovo sensore è stato denominato Mallard Blue per la rapidità e il modo con cui fornisce la risposta: lo stesso colore che la molecola assume in condizioni operative e la velocità con cui essa risponde ricordano infatti il colore della locomotiva del treno A4 Pacific Mallard, che detiene a oggi il record mondiale di velocità delle locomotive a vapore. Il Mallard Blue è un sensore che permette la quantificazione dei livelli di eparina nel siero ed è la migliore molecola in assoluto rispetto a tutti i sensori a oggi impiegati a tale scopo. Il contenuto di eparina viene rilevato attraverso il cambio drastico dello spettro dell’assorbimento UV-visibile del Mallard Blue. La molecola è in grado di legarsi all’eparina anche in condizioni altamente competitive, incluse soluzioni acquose a elevato contenuto di sali, soluzioni tampone e siero. Anche nelle condizioni operative più estreme, il Mallard Blue supera di gran lunga le performances dei sensori per eparina attualmente impiegati, come l’Azure A.


Nei laboratori MOSE del Dipartimento di Ingegneria e Architettura dell’Università di Trieste, il gruppo guidato dalla Prof.ssa Sabrina Pricl e composto dal Prof. Maurizio Fermeglia e dalla dott.ssa Paola Posocco ha condotto tutti gli studi di caratterizzazione del legame tra Mallard Blue ed eparina a livello molecolare. Tramite avanzate tecniche di simulazione sono state predette e individuate le modalità e la stechiometria del legame tra eparina e Mallard Blue, e ne è stata quantificata la relativa affinità di legame. «Il prossimo passo della ricerca», afferma la Prof.ssa Pricl, «sarà l’incorporamento del nuovo sensore molecolare in uno strumento per la lettura immediata dei livelli di eparina nei pazienti prima e durante gli interventi chirurgici».


Fonte: Università degli Studi di Trieste

Pubblicato il 20/02/2013
 

Google
 
Cerca in Sala Stampa
Cerca in Pubblicazioni
UPDATE
RSS

12.03  07/10/2014

RICERCA:SERRACCHIANI, IL FVG ESPORTA RICERCA, ATTRAE "CERVELLI"

11.17  27/06/2014

UNA SOLUZIONE SEMPLICE PER I BIG DATA

15.46  26/06/2014

STUDIARE I GEMELLI PER CAPIRE IL PREGIUDIZIO

11.15  23/06/2014

GESTI CHE PARLANO

PERCORSI