LAVORO FORMAZIONE EVENTI PUBBLICAZIONI SALA STAMPA MAGAZINE CONTATTI

blocchi_inside
> home > eventi

Nel Centro Polifunzionale, convegno dedicato alle opportunità del trasferimento tecnologico-Strategie per valorizzare i risultati della ricerca.

 

All'Immaginario Scientifico apertura della mostra pensata per le scuole e ad un pubblico di ogni età. Si tratta di un'esposizione multimediale dedicata alle energie rinnovabili...

 

Al via gli incontri sulla 'Storia della Scienza', dal 15 al 17 aprile al polo scientifico di via delle Scienze.

 

15 seminari tematici volti a promuovere la diffusione e l’integrazione delle conoscenze sui temi dell’internazionalizzazione, dell’innovazione e degli strumenti a supporto della mobilità.


In occasione dell’evento in programma per il 23 aprile dedicato alla Smart Specialisation Strategy, il Focus on è dedicato ad un’intervista con il Punto di Contatto Nazionale della R&I Regional Dimension, APRE Bruxelles, Gianluigi Di Bello.

 

Parola d’ordine: efficienza energetica negli edifici. Obiettivo: riadattare, innovare, inventare soluzioni per rendere più ”green” il patrimonio edilizio esistente. È in questo ambito che nasce il progetto europeo EMILIE..

 

Conferenza il 20 maggio di presentazione del Progetto Talents Up sul tema "Le prospettive europee e le strategie regionali per l'internalizzazione e la valorizzazione del capitale umano".

 

Incontri diretti su sviluppo, ricerca e business nel settore delle tecnologie alla fiera EOS. Udine il 17 maggio 2013, iscrizioni aperte fino al 30 Aprile.


Mercoledì 26 giugno dalle 14.00 alle 17.00 Aula 128/129, SISSA
Via Bonomea 265, Trieste

 

Presentazione bandi di concorso al DISTRETTO TECNOLOGICO NAVALE E NAUTICO e del DISTRETTO TECNOLOGICO DI BIOMEDICINA MOLECOLARE: 8 maggio 2013 alle ore 11.15 presso Area Science Park.

 

Ciclo di sei incontri organizzati da ICGEB Trieste nella Sala Conferenze del Museo Revoltella, dall'8 maggio al 14 giugno dalle ore 18:00.


 

Secondo appuntamento del ciclo di sei incontri organizzati da ICGEB Trieste nella Sala Conferenze del Museo Revoltella, 13 maggio dalle ore 18:00.


  [X]
 

TRASFERIMENTO TECNOLOGICO NELLA FLUIDODINAMICA IN EU

I più avanzati risultati di ricerca e le più moderne tecniche sperimentali e metodologie innovative per il miglioramento e l’ottimizzazione sia dei processi industriali di produzione di carta e pannelli in microfibre di legno che della combustione di particelle legnose nelle centrali a biomasse saranno gli argomenti centrali della Scuola avanzata in “Dinamica delle particelle non-sferiche e aggregati in flussi turbolenti”. Organizzata, da lunedì 17 a venerdì 21 giugno, dall’Università di Udine e dal Centro internazionale di Scienze meccaniche, vi parteciperanno una quarantina di studiosi da istituti accademici e centri di ricerca di eccellenza di tutta Europa che si riuniranno nel capoluogo friulano, nella sede del Cism in piazza Garibaldi 18, per discutere e confrontarsi con docenti di prestigiosi atenei di Francia, Germania, Gran Bretagna, Italia, Paesi Bassi, Svezia e Stati Uniti (Politecnici di Torino, Eindhoven, Kth di Stoccolma, Università di Göteborg, Istituto di meccanica dei fluidi di Tolosa, Università Martin Luther di Halle-Wittenberg, Imperial College di Londra, e Università di Stanford).

La Scuola nasce nell’ambito del progetto quadriennale di ricerca “Fibre suspension flow modelling: a key for innovation and competitiveness in the pulp and paper industry”, del valore di 500 mila euro, coordinato da Cristian Marchioli, ricercatore di fluidodinamica dell’Università di Udine, cui partecipano oltre un centinaio di studiosi provenienti da 16 Paesi europei. Inoltre, la Scuola è promossa dalla Comunità europea di ricerca sul flusso, la turbolenza e la combustione (Ercoftac) e da Cost, iniziativa intergovernativa di cooperazione europea nella ricerca scientifica e tecnologia attiva dal 1971.

Obiettivo della scuola è «disseminare - spiega Cristian Marchioli, coordinatore della Scuola insieme a Federico Toschi del Politecnico di Eindhoven (Olanda) - la conoscenza di tecniche sperimentali e metodologie modellistiche innovative per migliorare i processi industriali nei quali sono presenti particelle di forma complessa, quali le fibre di legno, trasportate da flussi turbolenti. Nella realtà le particelle hanno qualunque forma esclusa quella sferica, che tuttavia è utilizzata per semplificare i modelli matematici. Introdurre in questi modelli gli effetti legati alla non sfericità delle particelle è cruciale in numerose applicazioni: ad esempio per ottimizzare la produzione della carta a partire da fibre di cellulosa o la produzione di pannelli a base di microfibre di legno, ma anche per rendere più efficiente la combustione di particelle legnose nelle centrali a biomassa».

Fonte: Università degli Studi di Udine

Pubblicato il 18/06/2013
 

Google
 
Cerca in Sala Stampa
Cerca in Pubblicazioni
UPDATE
RSS

12.03  07/10/2014

RICERCA:SERRACCHIANI, IL FVG ESPORTA RICERCA, ATTRAE "CERVELLI"

11.17  27/06/2014

UNA SOLUZIONE SEMPLICE PER I BIG DATA

15.46  26/06/2014

STUDIARE I GEMELLI PER CAPIRE IL PREGIUDIZIO

11.15  23/06/2014

GESTI CHE PARLANO

PERCORSI